InterNapoli.it
venerdì 24 novembre 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
LA DIVISIONE TRA I POLVERINO E GLI ORLANDO
Camorra, la scissione anche a Marano: «Se stann avutann' comme hanno fatto con Mariano Riccio»
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
MARANO. Nell'ambiente criminale di Marano era conosciuto come 'o macellaio. In realtà Crescenzo Polverino era uno dei vertici del gruppo di 'for o truglio' ed a conferma di ciò partecipa al chiarimento con i vertici degli Orlando nel delicato momento di passaggio della leadership nelle mani del gruppo dei Carrisi. L'appartenenza ai vertici del gruppo emerge dal contenuto della conversazione registrata nell'agosto del 2015 che segue il litigio tra Claudio Visconti ed esponenti degli Orlando: quel giorno i rappresentanti degli Orlando si recano nel quartier generale del gruppo di 'for o truglio' e vengono definitivamente chiariti gli equilibri criminali del momento, come sopra ricostruito nella parte generale.

Il gruppo di 'for o truglio' era contrario a ricucire lo strappo in quanto, storicamente appartenenti al clan Polverino, nell'agosto del 2015, ritenevano ancora il clan egemone e consideravano gli Orlando solo costola criminale; ed invece, già in quella data, gli Orlando avevano sancito la loro leadership su Marano, come riconosciuto da alcuni degli stessi accoliti del gruppo “e for o truglio”: significativo il passaggio di Giovanni Raniello: « Si stanno voltando come hanno fatto quelli la con Mariano Riccio, così stanno facendo loro nei confronti nostri, tale e quale! Mi pare che noi saremmo, non si sa se sono loro gli scissionisti di Marano o siamo noi!». Tuttavia, nonostante il parere contrario di alcuni accoliti, Polverino, in virtù del ruolo verticistico che ricopriva all'interno del gruppo, appoggiò la linea adottata da Ruggiero che, in accordo con Armando Lubrano, palesò addirittura l?intenzione di rafforzare la collaborazione in ambito criminale tra i due schieramenti.


Stefano Di Bitonto

questo articolo è stato letto 10.078 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware