InterNapoli.it
venerdì 24 novembre 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
CRONACA
Guerra di camorra a Forcella, sullo sfondo le tensioni tra i Giuliano e i Sibillo: la lotta per il controllo del rione
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
NAPOLI. L'agguato di vico Pergola era annunciato. Almeno seguendo il filo degli ultimi eventi: solo due sere fa una volante dell'Ufficio Prevenzione generale della Questura aveva intercettato una moto con tre persone. Una di loro aveva con s una Beretta calibro 9x21 lasciata cadere in terra nella fuga. Bisogna per andare oltre per capire cosa sta accadendo nel quartiere: secondo le ultime informative di polizia ci sarebbe un clan 'storico' dell'area nord dietro le mire su Forcella, il clan Contini; due settimane fa poi il primo segnale quando alcune motociclette hanno sfrecciano nel cuore della ' Casbah", a pochi metri da vico Zuroli e via Vicaria Vecchia, strade che hanno segnato l'apogeo del clan Giuliano. Le moto, stando alle informative delle forze dell'ordine, provenivano dal rione Amicizia. Un chiaro segnale, una provocazione che evidenzia che gli equilibri nei vicoli del centro storico sono cambiati: i nuovi Giuliano, eredi della 'galassia familiare' iniziata con Luigi Giuliano 'rre sono indeboliti da arresti e pentimenti, ma controllano gli affari illeciti nella zona di Forcella, Qui altri gruppi potrebbero tentare di avanzare e avvalersi in questa fase di un altro gruppo che nei vicoli conta, quello dei Sibillo che da ex alleati proprio dei 'Nuovi Giuliano' da tempo sono in rotta con tale gruppo.
Le tensioni tra i due gruppi sono iniziati circa un anno fa quando fu arrestato Vincenzo De Luca, 19enne di via Sant'Arcangelo a Baiano sorpreso nei pressi della sua abitazione m possesso di una pistola semiautomatica. Da successivi accertamenti emerse che De Luca, era considerato vicino al ras Raffaele Giuliano, detto 'bello', ultimo 'rampollo' della dinastia che per anni ha controllato Forcella e che, proprio grazie all'aiuto dei Sibillo, riusci a 'scacciare' definitivamente i Mazzarella. Secondo le ipotesi investigative, De Luca avrebbe fatto parte di un 'commando' pronto ad entrare in azione ma i cui piani, grazie all'intervento degli agenti del commissariato 'Vicaria-Mercato", furono mandati all'aria. De Luca, secondo alcune informative, stava preparando un assalto proprio contro qualche affiliato dei Sibillo. Adesso la tensione potrebbe presto esplodere nuovamente.


Stefano Di Bitonto

questo articolo stato letto 5.759 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware