InterNapoli.it
domenica 17 dicembre 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
CRONACA
Imprenditore di Mugnano ucciso a Quarto, il pentito: «Il boss Polverino diede il permesso»
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
NAPOLI. L'omicidio dell'imprenditore edile Enrico Amelio fu voluto da Nicola Imbriani che chiese il 'permesso' al boss Giuseppe Polverino. A raccontarlo agli inquirenti il collaboratore di giustizia Roberto Perrone, ex esponente di spicco dei maranesi che ha spiegato che a decretarne la morte sarebbe stato proprio Imbriani (condannato a 12 anni di carcere per trafæco di droga).

La vittima fu colpita alle gambe ma un proiettile gli recise l’arteria femorale e Amelio morì poco dopo dissanguato. Perrone ha parlato dei momenti precedenti l'agguato: «Giuseppe Polverino accontentò Imbriani che si era offeso per il comportamento di Amelio. Per l’organizzazioni del delitto furono con coinvolti anche Giuseppe Perrotta e Salvatore Liccardi».


Saverio di Donato

questo articolo è stato letto 5.030 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware